.
Annunci online

L_Antonio
Odio gli indifferenti


Orvieto e dintorni


12 giugno 2007

Aiutiamo Gloria!

L_Antonio aderisce alla catena web per aiutare Gloria, lanciata da Orvietonews.it. Gloria è una giovane 26enne di Orvieto (Umbria) colpita da una rara malattia genetica, l'Atassia di Friedrich, invalidante e degenerativa. Per tentare di arrestare questo processo degenerativo si deve sottoporre a un intervento del costo di 50 mila euro, che dovrà essere effettuato al Nan Schan Hospital di Shenzen (Hong Kong) con una degenza che si protrarrà dal 2 agosto al 12 settembre.
Cliccando su
www.orvietonews.it  e seguendo il banner "Fai una donazione" oppure andando direttamente su http://glorialista.blogspot.com sarà possibile aiutare Gloria. A chi ci segue un invito a farlo al più presto.




permalink | inviato da L_Antonio il 12/6/2007 alle 22:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


4 giugno 2007

Il Partito Democatico che vorrei (anche a Monteleone d'Orvieto)

E’ appunto un desiderio, ma anche un programma di lavoro. Non le tavole della legge (e figuriamoci!) ma un contributo all’apertura di un processo che il prossimo 14 ottobre troverà un primo e sostanzioso compimento.  E allora mi cimento in un elenco che, almeno per quanto mi riguarda, funzionerà da “bussola”; un elenco non definitivo, perché il partito democratico è tale, innanzitutto, se ognuno dei suoi componenti riconosce la propria incompletezza e la propria non esaustività. Cominciamo:

1)      Un partito che assuma la politica come percorso per la soluzione dei problemi della “polis”, cioè della città e dei cittadini;

2)      Un partito i cui aderenti assumano la partecipazione alla politica come fattore di crescita personale;

3)      Un partito i cui responsabili svolgano il loro compito, e quello che i cittadini eventualmente gli conferiranno,  con lo spirito di chi deve svolgere un servizio, temporaneo e disinteressato;

4)      Un partito in cui ci si possa contaminare dei valori e della cultura altrui, che faccia della tolleranza il suo principale attributo;

5)      Un partito laico, dove trovino facilmente casa i riformismi di stampo cattolico e di sinistra;

6)      Un partito che si doti delle regole democratiche per assumere le decisioni principali e che per esse faccia costantemente appello alla volontà maggioritaria dei propri aderenti;

7)      Un partito la cui direzione sia affidata ad una classe dirigente espressa dal libero voto dei propri aderenti, anche sulla base di una competizione aperta fra liste differenti che “spariscano” all’indomani del voto degli iscritti;

8)      Un partito che faccia ritornare l’interesse generale al centro della politica e della cultura;

9)      Un partito che sappia parlare ai cittadini del 2007, del 2010, del 2020, del 2030, del 2040 e che su di essi concentri i principali sforzi, sia della propria vita politica sia della propria capacità di amministrazione dei pubblici interessi;

10)   Un partito fatto di donne e uomini, giovani e meno giovani che mettano cura al presente e al futuro dei cittadini con lo stesso entusiasmo e la stessa forza con cui metterebbero cura al proprio presente e al proprio futuro.

Proviamo a vedere se è possibile cominciare da qui, sapendo che ancora dobbiamo aggiungere o togliere, affinare e levigare. Io vorrei farlo a partire da quelle centinaia di cittadini che hanno partecipato alle primarie dell’ottobre del 2005; a partire da quei cittadini che guardano alla politica ma non riescono ad appropriarsene, semplicemente perché la sentono distante; a partire dagli iscritti alla Margherita e ai DS. Insomma, o il Partito Democratico è l’occasione per ridare alla politica la sua corretta dimensione, di partecipazione e impegno popolare, proprio a cominciare dai territori e dalle realtà più piccole; oppure, semplicemente e tristemente il Partito Democratico non sarà. Ma di questa seconda ipotesi non mi è dato nemmeno immaginare. 

[G.P.]




permalink | inviato da il 4/6/2007 alle 20:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia           
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Politica
Musica
L'Antonio (Gramsci)
Visioni
Orvieto e dintorni
Cultura
Vado ai Massimi
Interventi

VAI A VEDERE

massimo d'alema
Alfredo Reichlin
Phil
PER RIPARTIRE
gianni cuperlo
Italianieuropei
Centro Riforma dello Stato
fondazione gramsci
NotePD
Adry
celapossofare
Bolledaorbi
Makìa
Eta-beta
Ritaz
Patry
maria grazia
LauraOK
Quartieri
Corradoinblog
Marco Campione
Francesco
Viaggio
Lessico democratico
Riderepernonpiangere
Paolo Borrello
Camereconvista
Francesco Montesi (da Parrano)
Simone Tosi
RED TV
RED COMMUNITY
PER L'ITALIA
la voce info
l'Unità
il manifesto
il riformista
filosofia.it
write up
Orvietan
francesco totti


           I due L_Antoni

 




 


Il libro de L_Antonio Qui, per vedere meglio la copertina, per leggerlo e
acquistarlo

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. Le immagini inserite in questo blog sono prelevate in massima parte dalla rete web; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore o copyright terzi, vogliate comunicarlo a l_antonio_g@libero.it, saranno rimosse prontamente. 


 

CERCA